Sumirago scalda i motori per il suo primo festival del cortometraggio

C’è ancora tutta l’estate di mezzo ma a Sumirago si scaldano già i motori per la prima edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio, in programma alla Villa Comunale settecentesca nei giorni 21 e 22 Settembre.
Saranno 16 i corti che verranno selezionati e giudicati, (fra i 180 già ricevuti) da tutta Italia e dall’estero.

Protagonista indiscusso del Festival è il cortometraggio che con il suo linguaggio diretto e sorprendente, riesce a rievocare emozioni intense ed immediate.

Con questo evento il Comune mira a promuovere la cultura del cinema ma anche a coinvolgere il territorio. Saranno infatti coinvolti i cittadini, tramite un cortometraggio ambientato tra gli anni 50 e 60 con una Vespa d’epoca con abbigliamento in tema, per far risaltare i veri gioielli del territorio come le cascine, i castelli e luoghi salienti dove ancora risiedono i cittadini sumiraghesi che hanno vissuto quei periodi.

I 16 corti in gara, verranno proiettati nelle serate di venerdì 21 e sabato 22 settembre presso la Sala “Dal Bello” all’interno della Villa Molino.

Tre sono i premi in denaro che verranno consegnati alla fine del Festival, donati dall’azienda metalmeccanica Varesina Stampi.

La giuria sarà composta da professionisti del settore, con la presenza di: Antonio Rotundo (fotografo), Vito Tripoli (fotografo), e gli attori Raul Stilo e Sara Macchi, con la partecipazione del regista Riccardo Silvestri. Presenterà la serata Stefano Chiodaroli. Vari gli ospiti d’onore come Rocco Miniccio del duo Ric & Gian.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 giugno 2018